L’ Associazione Europea Operatori Polizia – Sez. Grumo Nevano (NA)

É un’organizzazione di volontariato senza scopo di lucro, e senza orientamenti politici. É una ONLUS (Organizzazione non Lucrativa di Utilità Sociale) ed ha uno statuto riconosciuto a livello nazionale, con sede nazionale a Roma, le cui finalità comprendono diversi ambiti: dalla protezione civile alla tutela dell’ambiente.
L’ AEOP – Sez. Grumo Nevano nata nel dicembre 2019 si occupa di fornire aiuto ad Enti Pubblici che operano nell’ambito di vigilanza ambientale, assistenza ad eventi di vario genere, prevenzione di situazioni a rischio, gestione delle emergenze, vigilanza zoofila, vigilanza stradale, safety & security e protezione civile.

Le Guardie AEOP – Sez. Grumo Nevano (NA) svolgono continuamente corsi di Preparazione e Aggiornamento presso Enti riconosciuti dalla Regione e Provincia.
A seconda dei decreti posseduti le Guardie AEOP – Sez. Grumo Nevano (NA) si distinguono in:

GUARDIA ZOOFILA: sono Guardie Giurate Particolari, con decreto Prefettizio e qualifica di Ufficiali ed Agenti di Polizia Giudiziaria. Tutte le Guardie Zoofile acquisiscono la nomina di Guardia Particolare Giurata ai sensi della Legge n. 189 del 20 luglio 2004 e degli articoli 55 e 57 del Codice di Procedura Penale.

Le Guardie Zoofile svolgono in particolare un’azione educativa e di sensibilizzazione al rispetto della natura e dell’ambiente, rivolta principalmente ai proprietari degli animali di affezione, vigilando sul territorio di competenza per segnalare e reprimere reati.

GUARDIE AMBIENTALI: è una figura professionale che si occupa di tutela e salvaguardia dell’ambiente riconosciuta con Decreto Ministero Ambiente n°_DEC/RAS/1261/2007 art. 13 della Legge 08/07/1986 n°. 349, hanno il compito di verificare che le leggi poste a tutela dell’ambiente vengano rispettate. La loro attività di controllo (prevenzione e vigilanza) si rivolge a tutte le persone.

Le Guardie Ambientali rivestono la qualifica di “Ufficiale e Agente di Polizia Giudiziaria”, nei limiti del servizio cui sono destinati e secondo le rispettive attribuzioni. Hanno autorità per redigere verbali di accertata violazione sulla base dei quali viene erogata dagli organi competenti una sanzione pecunaria. Hanno l’obbligo di informare l’autorità giudiziaria di ogni fatto di rilevanza penale. Promuovono inotlre informazioni ambientale ed aiutano gli organi competenti.

VIGILANZA STRADALE: I volontari ricoprono un importante ruolo anche in materia stradale.                  L’impiego di questi, che operano sotto la vigilanza e sulla base delle indicazioni del Servizio di Polizia locale,
è volto ad una presenza attiva sul territorio, finalizzata a fornire assistenza alla cittadinanza anche in merito alla sicurezza stradale.

Le Organizzazioni di Volontariato svolgono, infatti, attività di supporto al Servizio di Polizia Stradale; questo loro impiego è dovuto al numero insufficiente di agenti a disposizione dei Comandi per poter garantire la massima sicurezza della circolazione stradale e a tutela del cittadino, in particolare a seguito l’entrata in vigore del Codice del Terzo Settore D.L.vo 117/2017.

SAFETY & SECURITY: Il personale addetto al controllo, iscritto negli elenchi provinciali, può essere utilizzato nei luoghi aperti al pubblico ove si effettuino attività di intrattenimento e di pubblico spettacolo, nei pubblici esercizi e negli spazi parzialmente e temporaneamente utilizzati a fini privati, ma, comunque, inseriti in luoghi aperti al pubblico, per lo svolgimento delle seguenti attività:

• Controlli preliminari (con l’osservazione sommaria dei luoghi per verificare la presenza di sostanze illecite o oggetti proibiti e l’obbligo di immediata comunicazione alle forze di polizia; la verifica che non ci siano ostacoli alle vie di fuga);

• Controlli all’atto dell’accesso del pubblico (presidio degli ingressi e regolamentazione dei flussi di pubblico; controllo sommario visivo delle persone ed eventuale verifica di un valido titolo di accesso qualora previsto e del documento di riconoscimento);

• Controlli all’interno del locale (attività generica di osservazione per la verifica del rispetto delle disposizioni, prescrizioni o regole di comportamento stabilite da soggetti pubblici o privati). L’addetto può concorrere alle procedure di primo intervento per interrompere risse o altro, a meno che ciò non comporti l’esercizio delle pubbliche funzioni, né l’uso della forza o di altri mezzi di coazione o l’esposizione a profili di rischio.

Protezione Civile: è l’insieme delle attività messe in campo per tutelare la vita, i beni, gli insediamenti, gli animali e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti dalle calamità: previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi,
gestione e superamento dell’emergenza. In Italia la protezione civile non è un’articolazione della Pubblica Amministrazione, ma una funzione. All’attuazione delle attività di protezione civile provvede infatti il Servizio Nazionale, un sistema integrato composto da strutture pubbliche e private, centrali e territoriali, che operano per garantire la sicurezza in tutto il Paese. Questo sistema trova il suo punto di raccordo nelle funzioni di indirizzo e coordinamento affidate al Presidente del Consiglio dei Ministri, che le esercita avvalendosi del Dipartimento della Protezione Civile.